CantineViteaBrandEXEOK2-Copia2-Copia

CANTINE VITEA DI FARAVELLI ANTONIO

fraz. Loglio di Sopra 17/a, 27040 Montù Beccaria, PV

P.I. 02228730186

 

 

© 2018 Cantine Vitea

 


facebook
instagram
17/01/2018, 10:35

buttafuoco, vitea, oltrep, oltrepo



CA’-DEL-CERVO:-BUTTAFUOCO


 Sarà disponibile da Febbraio.



Dopo 24 mesi di legno, da Febbraio sarà disponibile il nostro Buttafuoco Cà del Cervo (vendemmia 2015), ma - attenzione! - è meglio lasciarlo riposare ancora un pochino in bottiglia!

Cà del Cervo è il nome della località in cui si trova il piccolo vigneto destinato alla produzione del vino Buttafuoco.
Si tratta di un prodotto davvero speciale, frutto della vinificazione congiunta di antichi vitigni: Croatina, Barbera, Uva Rara e Ughetta (nota anche come Vespolina). Quest’ultima è una varietà autoctona, abbandonata da molti a causa della sua difficoltà di coltivazione ed elevata vulnerabilità a certe malattie della vite.
La produzione di Buttafuoco è limitata alla zona vitata corrispondente al territorio di sette comuni: Canneto Pavese, Castana, Montescano, Cigognola, Pietra de Giorgi, Broni e Stradella (Cà del Cervo si trova nel comune di Castana).
Il suo nome, secondo alcuni, deriva dal dialetto "al buta me al fogh", tradotto "scalda come il fuoco", per la corposità del vino, secondo una leggenda, invece, proviene dal nome di una nave della Marina Imperiale austro-ungarica, chiamata, appunto, "Buttafuoco" in ricordo di alcuni marinai che a Stradella avevano talmente apprezzato il rosso d’Oltrepò che, anziché combattere contro le truppe piemontesi, erano più propensi ad operazioni di pace con i vignaioli locali.


1
Create a website